Oblomov Edizioni
Oblomov Edizioni

Wolinski e Pichard - Paulette - volume 1
Wolinski e Pichard - Paulette - volume 1
Wolinski e Pichard - Paulette - volume 1 Wolinski e Pichard - Paulette - volume 1

Wolinski / Georges Pichard

Paulette Volume 1


  • Editore: Oblomov Edizioni
  • Collana: Crumb
  • Pagine: 144 / Bianco e nero
  • Formato: 21,5x30 cm
  • Rilegatura: Cartonato
  • ISBN: 978-88-85621-94-7
  • Prezzo:23,00 Sconto 15% = € 19,55
  • Spese di spedizione gratuite in Italia
  • Prevendita: i volumi saranno spediti dal 02/04/2020
Paulette esce in questa nuova edizione come classico immancabile nella biblioteca di ogni collezionista elettore di graphic novel contemporaneo.
Rileggere oggi le sue storie che non paiono subire l’offesa degli anni è anche un modo per rendere omaggio al grande Georges Wolinski; unico, sferzante, intelligente e ironico maestro di satira, assassinato nell’agguato di Charlie Hebdo. D’altra parte, lo stile ricco e volumetrico di Pichard, uno dei maestri del fumetto francese di tutti i tempi, parla da solo.
Paulette è stata la risposta giocosa alla Valentina di Crepax, una risposta sensualissima e carnale. Forse irriverente. Che ancora oggi vanta decine di migliaia di fan in tutto il mondo.

Protagonista dell’omonima serie a fumetti di genere erotico-politico creata da Georges Pichard (disegni) e Wolinski (sceneggiatura), Paulette racconta le avventure di una giovane e ricchissima ereditiera rivoluzionaria, che cerca in ogni modo di sbarazzarsi del proprio immenso patrimonio, a causa del quale si sente in colpa e di cui prova disgusto.
Paulette, insieme all’amico Joseph - un barbone con il pallino del sesso trasformato in bellissima fanciulla da una talpa magica - viaggia tra harem, paradisi artificiali, circhi equestri, isole tropicali abitate da aguzzini nazisti: viene rapita, malmenata, ingannata, ma alla fine ne esce sempre rafforzata, e ogni volta più convinta della necessità di lottare contro il sistema.
Sullo sfondo delle sue avventure, i momenti topici degli anni Settanta, dalla contestazione studentesca alla guerra del Vietnam, dalle lotte nelle fabbriche al fallimento dell’utopia comunitaria del movimento hippy.

Wolinski: sceneggiatore, fumettista, entusiasta animatore di una miriade di progetti editoriali, nel 1960 è tra i fondatori, con le sue vignette, di “Hara-Kiri”, da cui nel 1969 nascerà il settimanale satirico “Charlie Hebdo”, di cui sarà redattore capo dal 1970 al 1981.
Sesso e politica sono i suoi temi, sempre intrecciati, al servizio di uno stile diretto e canzonatorio che lo ha portato, fin dagli anni Sessanta, anche sulle pagine di “Linus”, e poi su quelle corrosive del “Male” e di “Cuore”. È rimasto ucciso nell’agguato terroristico a “Charlie Hebdo” del 2015.

Georges Pichard: pubblicitario, illustratore, dapprima autore comico, Georges Pichard esordisce come fumettista a metà degli anni Cinquanta. La sua fama è legata però al disegno erotico, di cui è un maestro celebrato: il tratto caratteristico è la spensierata sensualità dei suoi personaggi femminili, innegabilmente ispirati al modello della giovane Brigitte Bardot.
La svolta “sadomasochistica” dei suoi lavori, che dal 1977 in poi assumeranno tratti quasi “hard”, gli crea grossi problemi con la censura e lo allontana dai favori del grosso pubblico. Tra le sue opere pubblicate anche in Italia: L’Investigatrice, La contessa rossa, Ulysses (Rizzoli 2019) e adattamenti da romanzi della letteratura erotica come il Don Giovanni di Apollinaire, La monaca di Diderot e, ovviamente, Il Kama-Sutra.

Share