Oblomov Edizioni
Oblomov Edizioni

Yoshiharu Tsuge - One night
Yoshiharu Tsuge - One night
Yoshiharu Tsuge - One night Yoshiharu Tsuge - One night

Yoshiharu Tsuge

One night


  • Editore: Oblomov Edizioni
  • Collana: Tezuka
  • Pagine: 248 / bianco e nero
  • Formato: 17x24 cm
  • Rilegatura: Brossura
  • Carta: Arcoprint edizioni / 140 gr
  • ISBN: 978-88-85621-96-1
  • Prezzo:20,00 Sconto 15% = € 17,00
  • Spese di spedizione gratuite in Italia
Raccolta eterogenea per temi e stile di disegno, One Night è il quarto volume che Oblomov dedica all'opera di Yoshiharu Tsuge, reduce dall'ambito Fauve d'honneur al Festival di Angoulême 2020.

"One night" raccoglie racconti di Yoshiharu Tsuge che vanno dal ‘58 al ‘65, pubblicati per il mercato delle librerie a prestito.
I racconti di "One night" sono intrisi di nichilismo e vi aleggia un forte senso di denuncia, come ne Le ciminiere fantasma, ambientato nei sobborghi di Tokyo, dove si racconta la vita degli operai e il dramma delle morti bianche.
Il pessimismo e l’introspezione psicologica sono le tematiche centrali de Una notte, dove il protagonista è tentato di rubare i soldi di un moribondo, e anche della Lettera misteriosa, incentrata sulla confessione di un omicidio.
In questa raccolta sono presenti anche racconti di genere storico (Lama cieca, Il fosso) e fantascientifico (Topi, Oblò a tribordo), dove è possibile individuare il nascere della poetica dell’autore, la sua empatia verso gli umili e il suo pessimismo esistenziale.

Yoshiharu Tsuge (1937) è tra i maggiori autori di fumetto di tutti i tempi. Insieme a Yoshihiro Tatsumi, ha rinnovato il fumetto giapponese introducendovi tematiche adulte, di vita vissuta, con personaggi reali, poco appariscenti, minori, a volte marginali.
Tra il 1965 e il 1970 pubblica racconti di più netto taglio surrealista sulla rivista d'avanguardia "Garo": Nejishiki, del 1968, ha un grande successo e lo fa conoscere anche all'estero. In seguito, una profonda crisi individuale lo porta a ritirarsi dalla vita pubblica. La sua reclusione volontaria ne fa un personaggio di culto, una specie di Salinger del fumetto giapponese.
L'ultimo romanzo prima del ritiro è L'uomo senza talento, del 1986, di recente pubblicazione in Italia.
Dopo Nejishiki e Fiori Rossi (2018), con questa raccolta Oblomov continua la pubblicazione dei racconti comparsi su "Garo".

Share