Oblomov Edizioni
Oblomov Edizioni

Massimo Carlotto e Igort - L'Alligatore
Massimo Carlotto e Igort - L'Alligatore
Massimo Carlotto e Igort - L'Alligatore Massimo Carlotto e Igort - L'Alligatore

Carlotto / Igort

L'Alligatore


  • Editore: Oblomov Edizioni
  • Collana: Eisner
  • Pagine: 160 / Bicromia
  • Formato: 17x24 cm
  • Rilegatura: Brossura
  • Carta: Arcoprint edizioni / 140 gr
  • ISBN: 978-88-85621-85-5
  • Prezzo:20,00 Sconto 15% = € 17,00
  • Spese di spedizione gratuite in Italia
Il primo noir mediterraneo creato direttamente per la scrittura visiva del graphic novel: un investigatore senza licenza, una storia di affari senza scrupoli, il ritratto senza sconti di una Italia corrotta dietro la facciata perbene.

Un tempo Marco Buratti cantava in un gruppo di blues chiamato Old Red Alligators. Furono i fan a chiamarlo Alligatore.
All’epoca casa sua era aperta, un porto di mare che offriva ospitalità quasi a chiunque. Fu questa l’origine dei suoi guai.
La sua vita cambia bruscamente quando viene condannato a sette anni per avere ospitato un ricercato. Nel periodo del carcere, Buratti si fa una reputazione come paciere tra le diverse fazioni della malavita e quando esce, approfittando di queste esperienze, si improvvisa investigatore senza licenza.
Gli avvocati che si servono di lui lo chiamano il “crociato” perché è ossessionato dalla ricerca della verità.

Massimo Carlotto inizia l'attività letteraria e giornalistica nel 1994, scrivendo particolarmente romanzi di genere noir, con Il fuggiasco (1995), autobiografia romanzata sul suo periodo di latitanza, che rappresenta la sua prima pubblicazione. Il romanzo è dedicato a Silvia Baraldini, detenuta allora negli Stati Uniti. Dal libro è stato tratto nel 2003 un film, diretto da Andrea Manni, con Daniele Liotti.
Il suo personaggio più noto è l'Alligatore, alias Marco Buratti, un originale detective privato.
Nel 1998 pubblica Le irregolari, romanzo autobiografico e d'inchiesta in cui viene raccontata la guerra civile e la repressione argentina degli anni settanta, durante la cosiddetta guerra sporca; conosce e intervista la fondatrice delle Nonne di Plaza de Mayo, Estela Barnes de Carlotto, che scoprirà essere sua parente e che cerca notizie della figlia (assassinata nel 1978) e del nipote neonato, desaparecidos.
I suoi libri sono da allora tradotti in Francia, Gran Bretagna, Germania, Spagna, Grecia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Romania e Stati Uniti.

Igort

Igort, nome d'arte di Igor Tuveri, è personalità poliedrica di artista.
Autore prolifico di graphic novel pluripremiate, illustratore ed editore, è anche autore di racconti, romanzi e musiche. È stato il primo occidentale a disegnare un manga in Giappone e ha pubblicato su tutte le più prestigiose riviste italiane e internazionali.
Nutrendosi di lunghe permanenze in Giappone e nei paesi dell'ex Unione Sovietica, ha maturato uno stile espressivo che unisce la peculiarità del graphic novel, di cui è maestro riconosciuto e del graphic journalism, diventando una voce tra le più originali del panorama artistico internazionale.
Premiato al Comicon come migliore disegnatore del 2016, a Lucca Comics come migliore autore 2016, Premio Napoli per la diffusione della cultura italiana, Premio Romics alla carriera 2017.

Share